top of page

Torino, la fiaccolata del 24 aprile nel ricordo di Bruno Segre e Gastone Cottino

Aggiornamento: 24 apr

Sarà quella di stasera la prima fiaccolata del 24 aprile a Torino senza Bruno Segre, il decano dei partigiani torinesi e dell'Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (Anppia), scomparso il 27 gennaio scorso all'età di 105 anni, qualche settimana dopo l'addio di un altro partigiano, Gastone Cottino. Entrambi, più volte oratori in questa occasione (Segre salì sul palco il 24 aprile del 2022, prima fiaccolata dopo due anni di sospensione a causa dell pandemia, Cottino parlò nel 2018), figure di alto profilo della Resistenza, testimoni di un tempo lontano, in questa vigilia del 79° della Liberazione, che verranno sicuramenti ricordati dai partecipanti alla fiaccolata. Il corteo si snoderà come da tradizione da piazza Arbarello lungo corso Siccardi,  via Cernaia, via Pietro Micca fino a piazza Castello. Il ritrovo è alle 20, in testa ci sarà la Banda musicale del Corpo di Polizia e il Gonfalone della città. Dopo il saluto della autorità, è prevista l'orazione ufficiale dello storico Carlo Greppi.


Tra le manifestazioni nella Città metropolitana di Torino ricordiamo il tradizionale appuntamento ad Alpette, il piccolo comune della Valle Locana, teatro di pagine gloriose nella lotta contro i nazifascisti con la Divisione al comando di Battista Goglio, comandante Titala, nato proprio ad Alpette. Stasera la fiaccolata, promossa dall'Anpi locale, ha come parola d'ordine "cessate il fuoco" per un immediato ritorno alla pace. Una richiesta di mediazione diplomatica per sospendere i combattimenti che dilaniano i popoli ucraino e palestinese e fermare la criminale follia della guerra, la corsa al riarmo e la distruzione dell'ambiente.

62 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


L'associazione

Montagne

Approfondisci la 

nostra storia

#laportadivetro

Posts Archive

ISCRIVITI
ALLA
NEWSLETTER

Thanks for submitting!

bottom of page