top of page

Iran: allertato il comando dei missili balistici

Aggiornamento: 20 ott 2023



Movimenti anomali dei lanciatori di missili balistici a lungo raggio dell'aeronautica militare delle guardie rivoluzionarie islamiche sono stati rilevati sull'autostrada che collega Teheran a Qom, città di circa un milione di abitanti, a sud ovest della capitale.

L’aeronautica militare delle guardie rivoluzionarie islamiche dell'Iran ha messo in massima allerta il Comando dei missili balistici. E ieri sera ha iniziato a schierare i suoi missili balistici nei siti di lancio fuori dalle basi missilistiche. Questa foto è stata scattata sull'autostrada a sud di Teheran.

Meno di una settimana fa, l'Iran ha spostato contingenti impegnati in Siria verso il confine israeliano. Movimenti cui gli Stati Uniti hanno immediatamente reagito mettendo in stato di massima allerta le sue portaerei nel Mediterraneo orientale. Del resto, l'assistente del presidente americano per la Sicurezza nazionale, Jake Sullivan, non ha escluso la possibilità che l'Iran metta i piedi nello scontro tra Tel Aviv e Hamas.

E ieri l'altro, il ministro degli Esteri iraniano Hossein Amir-Abdollahian è stato esplicito nell'affermare che se non si troverà una soluzione indolore per gli abitanti della Striscia di Gaza, Teheran ha contemplato la possibilità di "azioni preventive" contro Israele, sebbene non intenda ricorrere a un conflitto armato.


Bloccati i convogli umanitari a Rafah

Situazione congelata al valico di Rafah, al confine tra Egitto e la Striscia di Gaza. Secondo quanto pubblicato oggi dall'Osservatore Romano, ancora una volta è andata delusa la speranza di permettere il passaggio delle derrate alimentari e altri generi di prima necessità, "stabilito dall'accordo trilaterale tra Washington, Il Cairo e Tel Aviv annunciato ieri La situazione al confine, fonte Cnn, rimane infatti "instabile", dettata fondamentalmente dallo stato delle strade di collegamento bombardate ripetutamente in questi giorni. Il portavoce del segretario generale dell'Onu António Guterres, riporta il quotidiano della Santa Sede, ha affermato che a questo punto "non ci sono annunci da fare" se non permettere "un costante arrivo di

convogli umanitari, non solo di 20 camion".

Articoli pubblicati oggi, 20 ottobre su Guerra Israele-Hamas


49 visualizzazioni0 commenti

Comments


L'associazione

Montagne

Approfondisci la 

nostra storia

#laportadivetro

Posts Archive

ISCRIVITI
ALLA
NEWSLETTER

Thanks for submitting!

bottom of page