top of page

Hamas libera due donne israeliane. Restano in ostaggio i mariti a Gaza

Aggiornamento: 23 ott 2023



L'organizzazione palestinese Hamas ha annunciato di avere liberato due donne israeliane, Yocheved Lifshitz e Nurit Cooper, rispettivamente di 85 e 79 anni, i cui mariti sono ancora rapiti a Gaza, prese in ostaggio durante le incursioni del 7 ottobre in territorio dello Stato di Israele, culminate nell'assassinio di un migliaio di persone e di circa 200 prese come scudi umani. La decisione non è da mettere in relazione con la liberazione di venerdì scorso, 20 ottobre, di due americane di origine ebraica, madre e figlia: Yeudit Raanan e la figlia Natalie, rispettivamente di 59 anni e 17, originarie dell'Illinois, in Israele per partecipare ad una festa ebraica. Evidenziata nella circostanza, come nei giorni successivi, il ruolo diplomatico svolto, la mediazione del Qatar.




Intanto, è stato diffuso in rete un filmato che mostra un terrorista della forza Nakhba (la catastrofe) di Hamas che ha ammesso di aver assassinato donne, anziani e bambini: "Il piano era di andare di casa in casa, lanciare granate e uccidere tutti, compresi donne e bambini".

36 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

L'associazione

Montagne

Approfondisci la 

nostra storia

#laportadivetro

Posts Archive

ISCRIVITI
ALLA
NEWSLETTER

Thanks for submitting!

bottom of page