top of page

Scritte fasciste: continua a Torino l'oltraggio alla Costituzione e alla Resistenza

Aggiornamento: 25 dic 2022


Imperterriti e inamovibili nel candore delle loro azioni sciocche, inutili, ottuse, agite di notte, di nascosto come ladri, i "creativi" dello spray rigorosamente nero, eredi di un fascismo da operetta, continuano a oltraggiare i simboli e i riferimenti alla Carta Costituzionale e alla Resistenza, dopo essersi messi alla prova mesi fa sulle targhe dedicate alle operaie della Superga e a Tina Anselmi.

Lo hanno fatto stanotte, con la sigla Azione Studentesca (organizzazione della destra estrema), imbrattando il murales che decora il muro di cinta perimetrale della storica Scuola Elementare "Giuseppe Mazzini" nel quartiere Santa Rita a Torino. Il murales è una sintesi efficace dell'infanzia felice che si muove in libertà e nei principi e valori della Costituzione repubblicana, saltando un simbolo fascista che nella nostra storia ha significato violenza, aggressioni, secoli di carcere per gli oppositori politici e guerre di aggressione a popoli liberi fino alla catastrofe finale, complice una monarchia sabauda codina, remissiva e corrotta moralmente, disponibile a conservare il potere al prezzo della firma sulle leggi razziali. Dettagli di storia patria evidentemente marginali per gli ispiratori e sostenitori di Azione Studentesca.


L'Anpi provinciale di Torino, di concerto con la Circoscrizione 2 di Santa Rita, ha provveduto ad un primo intervento, in attesa di restaurare l'intero murales.

Sul danneggiamento e altri atti vandalici avvenuti su alcuni muri di una piazza nel quartiere Mirafiori Sud. indaga la Digos di Torino.


Aggiornato ore 9:43 del 25.12.2022


87 visualizzazioni0 commenti

Comments


L'associazione

Montagne

Approfondisci la 

nostra storia

#laportadivetro

Posts Archive

ISCRIVITI
ALLA
NEWSLETTER

Thanks for submitting!

bottom of page