top of page

Israele: incubo razzi, 10 mila persone evacuate dai confini con la Striscia di Gaza

Aggiornamento: 14 mag 2023


Continua l'esodo di civili israeliani che dai villaggi e dai centri a ridosso della Striscia di Gaza sono sotto l'incubo dei razzi della Jihad islamica che fin dall'alba di oggi, 13 maggio, ha ripreso a colpire i territori meridionali di Israele, in risposta ai raid di Tel Aviv, dando l'ennesimo colpo alla già di per sé fragile tregua che per un giorno aveva acceso le speranze di un avvicinamento tra le parti.

L'Home Front Command delle Forze armate dello Stato di Israele (IDF) ha trasferito anche oggi centinaia di persone che preferiscono allontanarsi dalle proprie abitazioni per rifugiarsi in aree remote e sicure, previsto da un programma finanziato con soldi pubblici. Secondo fonti israeliane, sono oltre 10 mila gli "sfollati" che hanno scelto l'esodo sotto la pressione jihadista che dall'inizio dell'operazione "Scudo e Freccia" hanno lanciato 1.099 razzi.


L'immediata e dura risposta dell'IDF si è sostanziata con l'attacco a 325 obiettivi terroristici nella Striscia di Gaza che, secondo l'intelligence israeliana, sarebbe stata flagellata anche dal "fuoco amico": 202, infatti, sarebbero i razzi lanciati dalla Jihad caduti in territorio palestinese, con un bilancio di persone uccise superiore a quello che si registra in Israele.

Informazioni tese anche a gettare un'ombra sull'ambiguità dei comportamenti dell'Autorità palestinese nei rapporti con la Jihad e sull'assenza di rifugi a Gaza e di piani per l'evacuazione delle popolazioni trasformate in "scudi umani" per la presenza delle strutture militare jihadiste vicino ad abitazioni ed edifici civili.



Un esempio: due dei sei lanciarazzi responsabili delle operazioni "Guardiano delle Mura" e "Sorgere dell'alba", attaccati dall'aviazione militare oggi, di primo mattino, si trovavano nel quartiere di Zeytun, nel nord della Striscia di Gaza, vicino alla scuola Alamam Elshafa.

Nel tortuoso e sanguinoso meccanismo di azione-reazione-controreazione militare, l'antiterrorismo dell'IDF ha eseguito un'operazione nel campo di Balata a Nablus uccidendo almeno due terroristi palestinesi e ferendone altri quattro.

Intanto le rappresentanze internazionali straniere e turisti sono stati evacuati dalla Striscia di Gaza attraverso il valico di Erez.




33 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


L'associazione

Montagne

Approfondisci la 

nostra storia

#laportadivetro

Posts Archive

ISCRIVITI
ALLA
NEWSLETTER

Thanks for submitting!

bottom of page