top of page

Guerra Russia-Ucraina: prossimi alla catastrofe



Guarda i video. Le forze armate russe hanno fatto saltare in aria la diga idroelettrica di Nova Khagovka sul fiume Dnipro nel sud dell'Ucraina, i villaggi vicini sono ora allagati. Crescono le preoccupazioni per la centrale di nucleare a sei reattori Zaporizhzhia, la più grande d'Europa, già sotto attacco il 5 marzo dello scorso anno.





Le autorità ucraine a Kherson invitano i residenti degli insediamenti vicini a evacuare le loro case, e avvertono: tra poche ore l'acqua raggiungerà un'altezza critica. Intanto, fonti del ministero dell'Interno ucraino, l'esercito russo avrebbe cominciato il bombardamento della città, mentre la popolazione viene evacuata dalla città. In un comunicato, il capo dell'ufficio del presidente ucraino Yermak, ha affermato: "questo è ecocidio. I russi saranno responsabili della possibile privazione dell'acqua potabile per le persone della regione di Kherson e della Crimea, della possibile distruzione di alcuni insediamenti e della biosfera". Il commento del segretario generale della Nato, Stoltenberg: "un atto oltraggioso che dimostra ancora una volta la brutalità della guerra della Russia in Ucraina. E per il cancelliere tedesco Olaf Scholz con l'attacco alla diga ucraina si è entrati in una "nuova dimensione" alla guerra della Russia.

Dal Cremlino, nel crudele e sterile gioco delle smentite e contro smentite è arrivata la nota del ministero della Difesa, secondo cui l'avanzata ucraina nel sud Donetsk è stata bloccata e Kiev ha subito ingenti perdite con l'uso di missili, aerei da combattimenti e truppe da terra. Da fonti di agenzie, sempre secondo il ministero della Difesa russo, gli ucraini hanno perso nel sud Donetsk oltre 1.500 uomini, 28 carri armati, inclusi otto Leopard prodotti in Germania, e 109 veicoli corazzati da combattimento.




Guarda il video. Le mine piazzate da entrambe le parti in guerra esplodono dopo la distruzione della diga di Nova Kakhovka.

88 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

L'associazione

Montagne

Approfondisci la 

nostra storia

#laportadivetro

Posts Archive

ISCRIVITI
ALLA
NEWSLETTER

Thanks for submitting!

bottom of page