top of page

Ucraina, precipita elicottero con a bordo il ministro dell'Interno

Aggiornamento: 18 gen 2023


Incidente, sabotaggio, attacco missilistico? Sono gli interrogativi che circolano attorno alla caduta di un elicottero a nord di Kiev nei pressi di un asilo che trasportava il ministro dell'Interno Denis Monastyrsky, 42 anni, avvocato di professione. Con lui sono morti anche il primo viceministro Yevheniy Yenin e il segretario di Stato Yuriy Lubkovychis, e altre 29 persone sono rimaste ferite. Il numero di vittime accertato è di una quindicina, nove erano nel velivolo, le altre persone che accompagnavano i bimbi all'asilo.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha incaricato il servizio di sicurezza dell'Ucraina, in collaborazione con la polizia nazionale ucraina e altri organismi autorizzati, di scoprire tutte le circostanze di quanto accaduto. Intanto, a Kiev, cominciano a circolare le prime polemiche su come sia stato possibile che i vertici del delicato ministero dell'Interno viaggiassero sullo stesso elicottero in tempo di guerra.

Monastyrsky è uno dei personaggi più vicini Anton Herashchenko, l'uomo che per primo annunciò la nascita di diverse formazioni impegnate a combattere nel Donbass contro i filorussi e che confermò l'esistenza del Battaglione Azov e del Battaglione Donbass. Secondo gli analisti, sia Herashchenko, insieme con l'ex ministro dell'Interno Arsen Avakov, e per effetto transitivo Monastyrsky sono ritenuti tra gli artefici dell'avvio delle operazioni contro i separatisti per riprendere il controllo delle regioni orientali.

29 visualizzazioni0 commenti

Comments