top of page

Ritorno al futuro: talebani e terroristi di al Qäida

Amin al-Haq, capo della sicurezza di Osama bin Laden, il responsabile dell’attentato alle Torri gemelle, individuato e ucciso dalle forze speciali americani ad Abbottabad in Pakistan il 2 maggio 2011, è stato ripreso in un video (vediamo alcuni frame) che circola da ieri in rete. Amin al-Haq è stato fra gli artefici della fuga di Bin Laden verso il Pakistan.

Nel video lo si vede scortato da talebani armati, mentre sta rientrando nella sua abitazione, nell’Afghanistan orientale. Segno che i capi di al-Qaeda si sentono abbastanza sicuri da apparire pubblicamente in un’area controllata dai talebani (check point nella provincia di Nangarhar). Non si sapeva con precisione dove avesse eletto il suo domicilio, dopo che il Pakistan lo aveva liberato, già una decina di anni fa, dalle sue carceri in cui era rinchiuso. Ora che i talebani hanno ripreso il controllo di Nangarhar, è riapparso fra sostenitori esultanti.

I talebani avevano assicurato, fin dai negoziati di Doha, che non avrebbero avuto contatti e relazioni con i terroristi. Forse, un problema da riconsiderare per Biden e l’Occidente.

0 visualizzazioni0 commenti

Comments


L'associazione

Montagne

Approfondisci la 

nostra storia

#laportadivetro

Posts Archive

ISCRIVITI
ALLA
NEWSLETTER

Thanks for submitting!

bottom of page