top of page

Punture di spillo: un microchip per salvare l’economia dal “mondo là fuori”

a cura di Pietro Terna


Il nostro cervello contiene circa 100 miliardi di neuroni. Il numero di legami tra i neuroni, cioè di connessioni tramite sinapsi e assoni, è stimato tra i 10mila miliardi e il milione di miliardi, un numero astronomico, tanto che… le perdite di valore delle Big Tech non riescono a avvicinarlo!


Torniamo al cervello. Consuma una quantità di energia minore di quella delle vecchie lampadine che stavano nel paralume sui comodini. All’opposto, le intelligenze artificiali costruite sulla base delle reti neurali artificiali come GPT-3[1] ricevono critiche per il consumo energetico, non sostenibile in termini ambientali. Ecco il motivo per cui è molto importante l’annuncio[2] di un chip ad alta efficienza energetica, chiamato NeuRRAM, per eseguire algoritmi di intelligenza artificiale su larga scala su dispositivi più piccoli, raggiungendo la stessa precisione dei computer digitali più dispendiosi. Cambia tutto: un passo straordinario verso la vera intelligenza artificiale.

E che cosa ce ne facciamo, pensano i più? Lasciate fare, le applicazioni sono infinite, ad esempio nel campo del governo dell’economia.

Per l’Economist[3] del 12 novembre, “Le big tech hanno grossi problemi. Dopo una corsa al rialzo durata anni, il settore sta subendo una brusca correzione. Alphabet, Amazon, Apple e Microsoft hanno perso collettivamente 2 trilioni di dollari di valore in borsa nell'ultimo anno. Il 9 novembre Meta, la società madre di Facebook, Instagram e WhatsApp, ha dichiarato di voler licenziare 11.000 persone, pari al 13% della sua forza lavoro; il nuovo proprietario di Twitter, Elon Musk, ha licenziato metà del suo personale. Secondo Crunchbase, un fornitore di dati, più di 60.000 tecnici americani sono stati messi alla porta nel 2022”.


Due trilioni sono duemila miliardi: è per quello che all’inizio annotavo che i numeri del cervello sono inferiori alle perdite delle Big Tech.


Anche Amazon licenzia[4] e intanto, viva l’insensatezza, mi arrivano con la solita irritante frequenza le telefonate registrate che iniziano con uno squillante “Salve, questo è un annuncio per le azioni Amazon...”. A quel punto chiudo la chiamata, ma la prossima volta resterò in linea e cercherò di parlare con qualcuno. Non credo che sia Amazon a guidare quella promozione, ma certo che chi la gestisce non ha il senso dell’opportunità, oppure conta sulla diffusa mancanza di competenze economiche.


E allora? Mi si lasci scherzare, anche se sono anche un po’ serio: costruiamo presto un sistema di intelligenza artificiale che ci aiuti a tenere sotto controllo le scorribande economiche e i comportamenti irrazionali. Una specie di Consob mondiale a tutela delle persone.


Nello spillo della scorsa settimana scrivevo a caldo del crollo di FTX, poi rivelatosi una voragine[5] che, nel gioco sconsiderato delle crittovalute, ha coinvolto[6] anche il super fondo di investimento Blackrock, dove si presume dovrebbero operare i grandi sapienti della finanza mondiale. Non fosse che tanta gente, più o meno abbiente, può aver perso i propri risparmi, sarebbe materia più divertente di una prima visione al cinema!


Allora non ci resta che sperare nell’intelligenza artificiale! Nel frattempo, grazie al “Beethoven privato” di questi spilli, consoliamoci con Microchip[7] e Stefano Bollani:


Il microchip lo devi mettere

perché il mondo là fuori è pericoloso

Salvatore, non è che ti vogliono tutti bene come papà e mammà,

so cattivi, so perversi, non ti puoi fidare


Note

[1] https://it.wikipedia.org/wiki/GPT-3 [2] https://www.quantamagazine.org/a-brain-inspired-chip-can-run-ai-with-far-less-energy-20221110/ [3] https://tinyurl.com/4vcvb6wj con una interessantissima raccolta di precedenti articoli. Inizia con “Big tech has big problems. After a bull run that lasted years, the sector is suffering a sharp correction. Alphabet, Amazon, Apple and Microsoft have collectively lost $2trn in stockmarket value in the past year. On November 9th Meta, the parent of Facebook, Instagram and WhatsApp, said it would shed 11,000 people, or 13% of its workforce; Twitter’s new owner, Elon Musk, sacked half its personnel. According to Crunchbase, a data provider, more than 60,000 American techies have been shown the door in 2022”. [4] https://www.bbc.com/news/business-63628187 [5] https://www.nytimes.com/2022/11/14/technology/ftx-sam-bankman-fried-crypto-bankruptcy.html [6] https://www.huffingtonpost.it/dossier/fintech/2022/11/15/news/ftx_criptovalute_creditori-10646710/ [7] https://www.youtube.com/watch?v=J98aDKmtU9Y

77 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


L'associazione

Montagne

Approfondisci la 

nostra storia

#laportadivetro

Posts Archive

ISCRIVITI
ALLA
NEWSLETTER

Thanks for submitting!

bottom of page