top of page

La giornata mondiale del rifugiato. Senza patria, senza terra, senza identità

Secondo l’UNHCR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati), l’agenzia specializzata nella gestione dei rifugiati che fornisce loro protezione internazionale ed assistenza materiale, nel 2020 sono state 82,4 milioni le persone costrette a fuggire dai propri paesi d’origine a causa di guerre, carestie, violenti condizionamenti alla libertà personale, intellettuale, politica e religiosa. In pratica, c’è l’1 per cento della popolazione mondiale che si muove, alla ricerca di una meta per sopravvivere e di un luogo in cui confidare nel futuro. La cifra di 82,4 milioni, diffusa venerdì scorso da Global Trend 2020 in previsione della giornata mondiale del rifugiato, è il numero più alto mai registrato dalla nascita dell’agenzia, avvenuta il 14 dicembre del 1950. Nel 2019 i migranti forzati erano 79,5 milioni; 70,8 milioni nel 2018; 68,5 nel 2017; 65.6 milioni nel 2016; 65,3 nel 2015: 59.5 milioni nel 2014; circa 41 milioni nel 2010.

Fonte Global Trend 2020 – UNHCR

In altri termini, in dieci anni il numero degli sfollati è raddoppiato. I dati dicono anche altro, altrettanto spaventoso: circa il 40% – quindi circa 32 milioni di individui, sono minori di 18 anni, decine di migliaia dei quali non accompagnati. Poco meno di tre quarti dei rifugiati provengono da cinque paesi (come evidenzia la tabella): Siria, Venezuela, Afghanistan, Sud Sudan, Myanmar, cinque paesi in cui dominano come cavalieri dell’Apocalisse guerra, violenza, carestia e disastrose condizioni igienico-sanitarie. In massima parte, a sconfessare gli allarmi paranoici della disinformazione che prospetta per l’Italia l’arrivo di orde di migranti, i rifugiati – ricorda l’Unhcr – sono ospitati in Paesi limitrofi o confinanti, il cui livello di sviluppo economico e sociale è pari a quello da cui gli stessi provengono. Dunque, una tragedia nella tragedia, di cui le popolazioni più ricche del pianeta sono scarsamente avvertite o non hanno che rara consapevolezza. Probabilmente, neppure oggi, giornata mondiale dedicata ai rifugiati.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


L'associazione

Montagne

Approfondisci la 

nostra storia

#laportadivetro

Posts Archive

ISCRIVITI
ALLA
NEWSLETTER

Thanks for submitting!

bottom of page